Come Insegnare al Cane a Stare da Solo?

 In Sicurezza Cane

Vuoi sapere come fare ad insegnare al cane a stare a casa da solo?

Questa fase di educazione del cane di per se’ non è difficile. Bisogna tuttavia capire il carattere del tuo cane e cosa fa quando tu esci o non sei presente in casa.

Ho voluto andare a fondo a questa situazione ed ho deciso di mettere in campo tutto ciò che conosco e che ho provato, dandoti tutti i consigli necessari.

Possiamo iniziare?

1) Il cane in casa da solo, tende spesso a soffrire di ansia da separazione.

È un problema molto comune, che può affliggere la maggior parte di cani che abitano all’interno di una casa.

Ho conosciuto molte persone che non sapevano più cosa fare per evitare abbai, lamenti e distruzione di vari oggetti sparsi per casa.

Se questo non avviene è un buon segno. Il tuo cane ha un carattere molto sereno.

Se al contrario inizia a dare segni di squilibrio, allora dovrai mettere in atto alcuni accorgimenti essenziali, che partono prima di tutto dal comportamento che tu hai con il tuo cane.

Ho adottato una tecnica infallibile per capire cosa fa il cane in casa quando tu non ci sei.

Ho pensato di utilizzare una telecamera IP, collegata al modem WI Fi della mia abitazione.

Attraverso un’applicazione sul telefono, posso vedere tutto ciò che fa, sentire i suoi lamenti ed anche potergli impartire qualche ordine da remoto.

Fantastico vero?

Questo ti servirà a capire come si comporta fido e, di conseguenza, adottare tutte quelle misure di comfort e di sicurezza necessarie atte a prevenire, gradualmente, il problema.

L’ansia da separazione si può risolvere, ma ne parleremo in un articolo fatto su misura.

Ora focalizziamoci sul cosa fare e sul cosa non fare.

2) Definisci la sua zona di comfort e di sicurezza

Non lasciare che vaghi per tutta la casa.

Quando sei assente potrebbe fare qualsiasi azione (anche pericolosa) volta al peggioramento della permanenza in casa.

Vuoi lasciargli salotto e cucina? Bene, puoi farlo. Ma attenzione, il cane non dovrà mai appropriarsi del divano o permettersi di rovinare mobili ed oggetti.

Per evitare tutto ciò, inizia a definire le sue priorità in tua assenza:

  • Dormire: una brandina se è estate o una cuccia se è inverno.
  • Bere: il cane dovrà avere sempre a disposizione una buona razione di acqua fresca.
  • Giocare: si, il cane per far passare il tempo e per stemperare l’ansia, ha bisogno di qualche gioco sicuro.
  • Fare i suoi bisogni: non dovresti mai lasciare a casa un cane per più di 6/8 ore! Se questo avviene, assicurati di aver definito un’area “di emergenza” dove possa eventualmente scaricarsi (preferibilmente il bagno).

Una volta passata la fase acuta il cane inizierà a mordicchiare qualcosa. Questo lo fanno quasi tutti.

Se non hai possibilità di far “scaricare le energie del tuo cane con lunghe passeggiate o con attività motorie intense, assicurati che possa avere qualcosa sotto i denti da mordere.

Questi oggetti non devono rompersi, sfilacciarsi o peggio ancora aprirsi e far fuoriuscire gommapiuma o altri materiali pericolosi.

Io ti consiglio vivamente i giochi interattivi della Kong! A mio parere e dopo averne provati tantissimi, sono i migliori in assoluto.

Sono strumenti che tengono impegnato il tuo cane con gioco e cibo assieme. Sono giochi che tengono impegnata anche la mente, in tua mancanza.

Il materiale è altamente resistente ad ogni tipo di masticazione del tuo cane, purché il gioco sia stato concepito per la sua indole e per la sua stazza.

Qui ne puoi vedere qualcuno:

3) Se vuoi andare sul sicuro, punta tutto sul Kennel.

Il Kennel (da casa in questo caso), è un’ottimo strumento per tenere a bada il tuo cane mentre sei fuori.

Non è assolutamente una “gabbia”, anche se nella sua forma lo è, in effetti.

Se educherai il tuo cane a trascorrere sempre più tempo nel kennel, in modo sereno e senza forzature, eviterai l’ansia di tutti e due.

Io ho scelto un modello molto grande e confortevole, che con il tempo ho modificato con alcuni accorgimenti per il suo comfort e soprattutto per la sicurezza!

Il Kennel è una tana, un luogo sicuro dove il tuo cane può riposare in tua assenza, senza che possa girovagare per casa facendo guai.

Il 95% degli addestratori e dei conduttori cinofili che tengono il cane in casa utilizza questa tecnica.

Fidati, è solo questione di mettere il tuo cane in un luogo di totale relax, senza che nulla possa nuocere alla tua ed alla sua salute ed anche un modo per evitare forti stati di ansia che difficilmente, nel tempo, possono essere riportati alla normalità.

4) Vuoi più sicurezza? Installa una webcam!

Con poche decine di euro ed una buona connessione modem Wi-Fi, potrai tenere sotto controllo il tuo cane in ogni angolo della casa.

Io ho scelto un modello motorizzato, in modo da poter sondare tutte le visuali possibili.

Oltre all’audio ed all’immagine in diretta, potrai anche inviare, di tanto in tanto (solo quando serve) un comando vocale al tuo cane.

L’applicazione gira su qualsiasi telefono di ultima generazione e spreca pochi dati.

Qui ne trovi qualche esempio:

 

 

 

 

 

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

Trasportino Auto Cane