Forasacco e Cane: cosa fare per evitare problemi?

 In Sicurezza Cane

Il forasacco è uno dei maggiori nemici del nostro cane, specie nel periodo estivo.

Se vi trovate a passeggiare con il vostro cane in prati incolti, è molto facile imbattersi in questo genere di graminacee che se respirate o inserite nella cute o negli orifizi, possono causare problemi anche molto gravi.

La forma del forasacco è molto simile ad una spiga. Si isidia nella pelle, nelle zampe, nelle orecchie, negli occhi e nel naso del cane perchè la sua forma è a punta, con una struttura uncinata che non permette una facile estrazione.

Proprio per la sua conformazione, questa infiorescenza rimane attaccata come velcro alle pareti e si fa strada man mano che avvengono i movimenti.

Forasacco: cosa fare e cosa non fare per la sicurezza del tuo cane?

Evita di far scorrazzare libero il tuo cane in prati incolti.

Anche durante la camminata, capita spesso di trovare il forasacco nelle aiuole o nelle zone verdi.

Le “infiorescenze” possono essere respirate durante la fase di “annusamento a terra” del nostro animale.

Il consiglio è quello di controllare sempre il verde circostante!

Se non si conosce la zona, è necessario fare sempre una veloce perlustrazione visiva prima di farci passare sopra il cane.

Al momento del rientro è necessario controllare ed esaminare con cura:

  • Il naso ( vedere se ci sono corpi estranei infilati )
  • Le zampe ( spesso si insidiano nei polpastrelli o nelle cavità della zampa
  • Le orecchie ( magari con l’ausilio di una torcetta )

Il cane in ogni caso vi farà capire se il forasacco abbia invaso il suo corpo.

Molte volte si possono udire sternuti, grattamenti, zoppicamento o fuoriuscita di materiale sieroso e sangue.

In caso di sternuti continui è necessario ricorrere al più presto al veterinario, in quanto alcune parti del forasacco potrebbero finire nelle cavità respiratorie, creando seri danni al vostro fido.

Alcuni sintomi da infestazione da forasacco nel cane:

  • Lacrimazione, bordi degli occhi arrossati e strusciamento del viso con le zampe.
  • Sternuti continui con secrezioni umide e sanguigne (anche più di 10 al minuto).
  • Prurito estremo accompagnato da strusciamento, agitazione della testa e leccate insistenti agli arti.
  • Zoppicamento e fastidio alle zampe.

Ovviamente sono tutte ipotesi che vanno valutate.

Se i disagi (specie al naso ed agli occhi) si protraggono per qualche ora, allora è saggio ricorrere al VET e cercare di calmare l’animale il più possibile.

Di norma i guai più seri sono legati alla penetrazione del forasacco nelle cavità nasali ed oculari.

Sono queste infatti che, se non curate adeguatamente, possono portare a conseguenze importanti che necessitano anche di interventi chirurgici.

 

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

Trasportino Auto Cane